SE HAI UNA MOTO, HAI UNA STORIA DA RACCONTARE...

BENVENUTI NEL MIO MOTOTURISMO.... "I VIAGGI DEL LUPO" Romualdo Fuso

COME NASCE L'APPELLATIVO "Il Lupo"

Castelluccio di Norcia 29.01.2003 giorno del mio 48° compleanno, al mio arrivo nella piazza del paese deserto, fra cumuli incredibili di neve e ghiaccio con la strada scavata da sembrare una trincea, aprendo la porta del suo bar mi accoglie Benedetto 75 anni con queste parole:
"DU VAI FIU MIA CO LA MOTO, MANCO LU LUPU CAMINA OGGHI"
Il termometro segnava 22 gradi sotto zero. Da allora l'effigie di un lupo fa bella mostra di se sulla mia moto.

INTRODUZIONE:

10 Gennaio 2011
Dopo 600.000 km e 31 anni dedicati al turismo in moto, a muovermi oggi è la stessa passione di allora. E' quel qualcosa che mi porto dentro, il pensiero di una piega in curva, di un panorama in contemplazione, di un passo di montagna valicato mi emozionano talmente tanto da tenermi sveglio la notte prima della partenza. Sempre pronto a nuove avventure, a nuove scoperte oppure forse alla ricerca di me stesso, di quella libertà che solo la moto sa offrirmi. Più difficile è l'avventura, infinita la soddisfazione per la riuscita. Ben vengano pioggia, sole, vento, neve, mai un passo indietro questa è la vera forza del "lupo". Questo blog inaugurato i primi di Gennaio dell'anno 2011 è il completamento dei miei giri in moto, è il modo per trasmettere a voi amici mototuristi le mie sensazioni. Sarà in futuro il bastone per la mia vecchiaia, quando la legge del tempo mi impedirà di cavalcare una moto troverò consolazione rileggendo ciò che ho fatto con infinita passione.

BUONA VISIONE

MOTOCICLISMO "ALL TRAVELLERS"

Tendata sull'altopiano di Rascino      25-26 giugno 2016



Le moto... le tende... la notte...i fuochi...





questo è stato l'evento voluto dai responsabili del settore "all travellers" (tutti i viaggiatori) della rivista Motociclismo, al quale ha partecipato un nutrito numero di bikers che come me si sono dati appuntamento sull'altopiano di Rascino località sui monti al confine tra Lazio e Abruzzo.





L'altopiano di Rascino fa parte di quegli angoli ameni, appartati e incontaminati, che fanno l'orgoglio dell'Italia, lungo circa 7 km. e largo 5, questa specie di canyon naturale si trova a 1150 metri sul livello del mare, circondato da cime che raggiungono i 1500 mt. Sull'altopiano è presente il lago di Rascino, di origine meteorica la cui estensione cambia a secondo della stagione.

                                                

Al mio arrivo sull'altopiano presso il rifugio U'scertu già numerose tende fanno bella mostra, poco dopo le moto in partenza per i due giri entro-fuori strada rompono il silenzio che domina sovrano. Imbocco la strada sterrata che si dirige verso il lago, invero ridotto a poco più di una pozza ma la solitudine e la tranquillità che regnano valgono quanto ogni bellezza. Rientro, le tende sono notevolmente aumentate, se ne conteranno oltre 200, approfitto per qualche scatto aspettando la cena e la notte.



Nel frattempo tutti i partecipanti sono arrivati, il piazzale davanti al rifugio è gremito di moto, Mario Ciaccia, direttore di Motociclismo fuoristrada, che ha guidato il giro in off-road si sofferma a salutare i presenti, io come altri non perdo l'occasione per farmi immortalare insieme a lui.


I primi fuochi vengono accesi, la solerte organizzazione della pro loco del comune di Fiamignano, che gestisce il rifugio, prepara e ci offre piatti di pasta, lenticchie e fagioli dell'altopiano, i fuochi si alzano prima per cuocere grigliate di carne, poi per scaldarci mentre ognuno racconta le proprie imprese motociclistiche...come è facile essere felici... 


















E ora in tenda dove nella notte, sotto un cielo stellato, possiamo continuare a fantasticare e sognare nuove avventure perchè "solo chi sogna può volare".... 

Si ringraziano Mario Ciaccia, Paola Verani e tutti i loro collaboratori della redazione di Motociclismo per la fantastica avventura...